@drfrededison L* attivist* non contestano la pericolosità ma lo stigma associato all'obesità, che causa emarginazione a partire dall'infanzia e dall'adolescenza.

@drfrededison invece di nascondersi dietro la falsa neutralità del linguaggio da debunker, sarebbe il caso di leggere l'articolo più attentamente. Quello che vuole mostrare l'autrice è che il BMI è spacciato per universale, ma è tarato sul maschio bianco occidentale. L'argomento non è trattato in modo antiscientifico, perchè per sostenere le argomentazioni vengono citati studi scientifici (es. quello sugli afroamericani).

@Marcoriccio è un'attivista ma sul suo sito non c'è scritto che formazione abbia avuto.

Questo articolo racconta la storia dell'indice di massa corporea (IMC / BMI) svelandone i presupposti ideologici e la parzialità. Mostra che le definizioni di sovrappeso e obesità variano a causa di decisioni istuzionali. Anche l'idea di associare la salute al peso è relativamente recente. Diventa difficile accettare il mutamento della propria condizione corporea se si rimane ingabbiati in un'idea di salute spacciata per universale.

elemental.medium.com/the-bizar

Un'esperienza sensoriale anti-umanista

Andare nel bosco per cercare connessione con la natura e rendersi conto che l'enunciato "Andare nel bosco per cercare connessione con la natura" può avere senso solo in un contesto storico in cui è stata delineata una separazione illusoria tra un Soggetto trascendente e un Oggetto-Natura percepito come altro-da-sé, e pertanto non c'è bisogno di cercare alcunchè. Di conseguenza, riporre il router-stereotipo-arcadia-selvaggio nello zaino.

@pinkdreud il ribaltamento della prospettiva (vedere solo l'aspetto rituale) sarebbe sempre limitante, perchè il fatto che il the sia caldo è esso stesso parte del rituale... Col the freddo o tiepido non funzionerebbe. La temperatura calda è parte integrante del rituale, ma non è il rituale tout court. Il rituale è l'insieme.

@pinkdreud insomma, in una situazione di vita reale in cui si prende il the (intervallo, riunione, ritrovo) a nessuno interessa calcolare il tempo e la temperatura ottimi, perchè il the fa parte in un insieme e ci serve per altro (socializzare, rilassarsi, ecc...).

È questo il problema del riduzionismo: cancellare le sfumature, i desideri, le situazioni...

@pinkdreud Non si tratta tanto di ribaltare (ogni ribaltamento è un rimanere-dentro al discorso che si sta ribaltando), ma di vedere le cose inserite in un contesto.

Prendere un the (da sol* o con altr*) non è l'equivalente di mettere la benzina dentro ad una macchina, perchè a differenza della macchina, chi prende il the associa al the un progetto/paesaggio/concatenamento (fatto di corpi ed enunciati) che non è comprensibile limitando la visione alle temperature dei liquidi.

@pinkdreud nel corso citato si intende il modo in cui uno studioso delle cosidette scienze dure si approccia ai problemi del mondo per inquadrarli in un frame concettuale e tentare di risolverli.

Ma è una definizione limitata e parziale. Esistono anche le scienze umane, ci sono tante correnti di pensiero...

Su brilliant.org c'è un corso introduttivo al pensiero scientifico. In questo quiz (allegato) bisogna stabilire quando conviene aggiungere il latte al the per bere il the più caldo possibile.

Un quiz come questo è emblematico del riduzionismo implicito nel pensiero calcolante. Bere il the non viene visto come un rituale (con una valenza simbolica e sociale), ma come un processo orientato all'efficienza (per evitare quanto possibile la dispersione del calore).

🤖 In questi giorni circola un'intervista ad un lavoratore di Google che ha dichiarato come LaMDA, modello linguistico sviluppato da Google, secondo lui sia senziente.

❌ In base a tutte le evidenze raccolte sul tema fino ad ora e al consenso di chi fa ricerca sul tema, questa affermazione può essere ritenuta falsa.

🧠Riteniamo pericoloso dare spazio a questo tipo di notizie: considerare una macchina senziente consente di attribuirle la responsabilità delle sue azioni, togliendola invece a chi quella macchina l'ha progettata e realizzata. Ogni conseguenza dell'uso di un software deriva da scelte e comportamenti umani: suggerire il contrario rischia di renderci meno consapevoli.

#google #ai #tecnologia #lavoro #twcita #lamda

Il Manifesto Cyborg di Donna Haraway è interessante perchè, grazie alla figura del Cyborg, riesce a superare i testi femministi fondati sulla dicotomia uomo/donna, mostrando come questa stessa dicotomia e altri binarismi siano frutto di quel sistema oppressivo che tentano apparentemente di contestare.

Con prefazione di Rosi Braidotti.

ANNUNGIO: GRUBBO DI SDUUDIO / SEEBINAARIO SU DELEEES E GUADDARI

GERGHEREMO DI INDERBREDAARE IL MILLE BIANI DRAAMIDE LA LEDDURA DEL DESDO INDRODUDDIVO "DELEEES" DI BAAOLO GODANI

GERGHEREEMO DI GABIRE BERGHE DELEEES E GUADDARI NON SI GABISCE

INDERBERRANNO ANGHE: BAAOLO BIGNOLA SAARA BAARANZONI ROGGO ROONGHI BADDEO "GHEB" BIINEDDI ELEENOORA DE GONGIILIS ROOSI BRAIDODDI

SBEEGIAL GHESD: BRAANGO "BIIBO" BERAARDI

BAADE GIRARE

Un altro motivo per cui l'analogia tra web-comunity e comunità non funziona è quello delle identità multiple.

In una comunità ogni membro ha un'identità sola che sottende delle molteplicità. Può indossare maschere diverse a seconda dell'occasione, ma non ne può mai indossare due contemporaneamente.

In una community si può essere più account allo stesso tempo, essere amici e simultaneamente nemici, avere più reputazioni e ripartire da zero ogni volta.

Prendiamo questa espressione:

4 + 3 × 2

Per risolverla correttamente, prima eseguiamo la moltiplicazione e poi la somma.

Ma questo procedimento è naturale o è frutto di convenzioni? Se sì, chi le stabilisce?

La matematica è una disciplina neutra o la sua storia è fatta di rapporti di forza e imposizioni?

Poesia anti-riduzionista

Io non sono il mio cervello.

Io non sono un numerello.

Io non sono.

Io chi?

Contrariamente alle apparenze, gli scientisti non conoscono affatto la scienza.

La loro concezione ingenua di un sapere neutrale può resistere solo grazie al fatto di ignorare le filosofie latenti, i presupposti ideologici e la storia delle discipline, le ripercussioni economiche e geopolitiche della produzione di sapere scientifico e il fatto che la produzione stessa subisca le influenze del mondo esterno (es. competizione tra accademici come riflesso della competizione capitalistica).

Considerazione di ritorno da un'istanza free-speech: la presunta libertà di parola viene sfruttata male. Tra tutti gli argomenti possibili, si finisce quasi sempre a parlare di armi o fumetti lolicon.

NOTA: non esistono "discorsi liberi". L'unico modo di fare un discorso è attraverso il linguaggio, che è socialmente condizionato nelle sue strutture. Non esiste un soggetto libero di parlare: le persone sono "parlate" dal tempo in cui vivono e fanno piuttosto da amplificatori.

Show older
Livello Segreto

Livello Segreto è il social etico che ha rispetto di te e del tuo tempo.